5 CONSIGLI PER FARE SPLENDERE LA TUA CAMERA DA LETTO

Postato il Thu, Jan 16, 20

5 CONSIGLI PER FARE SPLENDERE LA TUA CAMERA DA LETTO

 

 

In questi freddi mesi di buio invernale, creare la giusta illuminazione nella stanza più intima e accogliente della nostra casa è un’esigenza fondamentale: la nostra stanza da letto sarà il luogo magico dove recuperare quiete e silenzio, il nido protetto in cui ricaricare le energie, ribilanciando il nostro ritmo.
Come farlo? Seguendo cinque semplici regole, che possiamo mutuare dalle strepitose stanze dei boutique hotel, piccole e sofisticate strutture ricettive di lusso.

 

1. Scegliete una luce calda, indiretta e modulabile

Una camera da letto non ha bisogno di un’illuminazione forte: scegliete una luce indiretta che favorisca il riposo, dal tono caldo, regolabile e modulabile. Un lampadario a soffitto è la miglior soluzione proprio perché assicura un bagliore uniforme all'intera stanza e consente di svolgere gran parte delle attività quotidiane. E’ importante che la posizione risulti centrata rispetto alla stanza in modo che la luce ricada in modo uniforme su tutti gli angoli dell’ambiente.

 

 

 

2. Moltiplicate i punti luce

 

Non limitatevi però al lampadario a soffitto, ma distribuite vari punti luce nella vostra stanza da letto in modo che possano funzionare indipendentemente uno dall’altro, permettendovi di creare speciali angoli luminosi.

Scegliete ad esempio una bella lampada da terra, da posizionare nella parte più  buia della stanza. Le soluzioni  a disposizione per questi tipi di lampade sono le più varie: a stelo, perfette in una camera da letto in stile contemporaneo, con paralume, ottime scelte in camere dal gusto country- chic, o vintage per ricreare  una perfetta atmosfera mid- century.

Imprescindibile una lampada dalla luce soffusa per la lettura vicino al letto.      Vicino al guardaroba preferite invece un’illuminazione più intensa: basterà una lampada incassata nel soffitto o uno specchio luminoso. Se avete la fortuna di possedere una cabina armadio è importante pensare ad un'illuminazione a LED con sensori di movimento per tenere sempre sott'occhio i consumi e agire in ottica green. 

La varietà dei punti luce creerà un bellissimo effetto di illuminazione a fasce con una generale luminosità di fondo e angoli di luce morbida e delicata. Un consiglio importante: per gestire in modo personale l'intensità della luce protagonista così come quella dei punti luce secondari è consigliabile poter disporre di un dimmer, ossia un regolatore di intensità luminosa grazie al quale scegliere di volta in volta il grado di illuminazione.

 

 

3. Sfruttate i muri

Per illuminare i due lati del letto, se volete essere “scientificamente” aderenti al  modello da hotel, create due fonti luminose che sfruttino le pareti. È un buon metodo per alleggerire lo spazio nelle stanze più piccole e tenere liberi i comodini.

Una piantana con testa orientabile e braccio regolabile è un'ottima alternativa, ancora più facile da spostare.

Se siete tradizionalisti,  potrete optare per la tradizionale abat jour, ma con un twist. Osate con un mix fra una lampada vintage anni ’50 su un comodino e la semplicità di un paralume più moderno sull’altro per dare un tocco di sofisticata eleganza anche alla camera da letto più minimale. 

Se vi piace l’idea della lampada a sospensione potete scegliere quelle di piccole dimensioni in modo che il fascio luminoso sia concentrato sulla zona interessata. 

 

                                                  

 

4. Tutto dal letto

Esiste qualcosa di più fastidioso del doversi alzare a spegnere la luce quando si è avvolti dal tepore delle coperte e a un passo dal sonno? Fate in modo di poter controllare da sdraiati non solo le luci a fianco del letto, ma anche la lampada centrale, così da non dovervi alzare apposta prima di addormentarvi. Un'ottima idea può essere quella di installare luci intelligenti compatibili con dispositivi smart home a comando vocale in grado non solo di accendere e spegnere le luci ma anche di creare magici effetti, alzando gradualmente le luci per simulare l'alba oppure abbassandole per conciliare il sonno in modo naturale.

 

 

5. Sì agli specchi

Uno specchio lungo la parete è utile da molti punti di vista, non solo per dare l'ultima controllatina al nostro outfit prima di uscire. Non dimentichiamoci che gli specchi funzionano anche da superfici riflettenti della luce, utilizziamoli quindi per aumentare la luminosità generale e regalare uno scintillio unico alla nostra camera da letto.

Tutte le immagini presenti nell'articolo sono una gentile concessione di Trio Lighting Group

Post recenti

x
best social proof app shopify